5 cose da fare per prevenire gli infortuni con gli sci

18 Mar 2019


Dr. med. Boris Gojanovic, FMH médecine interne générale, Hôpital de la Tour SA, Meyrin /GE

Gli sport sulla neve fanno parte della cultura svizzera ed è raro trovare persone che non impugnino i bastoncini da sci almeno una volta durante l’inverno. L’aria fresca di montagna, i paesaggi rilassanti, l’ambiente lontano dalla quotidianità e l’attività sportiva contribuiscono all’esperienza positiva della giornata o del fine settimana sulle piste.

Infortuni sugli sci La mia visione di questo idillio degli svizzeri con le vette innevate è un po’ offuscata dalle telefonate che la mia segretaria riceve il lunedì mattina: “Sono caduto/a, mi si è gonfiato il ginocchio, devo vedere il dottore…”. Ma a quel punto è troppo tardi. È necessario riconoscere che lo sci alpino è un’attività sportiva che richiede buone capacità fisiche e presenta notevoli rischi di infortuni (chiedetelo a Lindsey Vonn), come testimoniano le impressionanti cifre dell’Ufficio Prevenzione Infortuni (UPI).

Le domande da porsi a monte sono: come si verificano gli infortuni e come si limita il rischio? È necessario ricordare che solo il 6% degli infortuni è dovuto a collisioni, quindi nella maggior parte dei casi si tratta della propria responsabilità. Tre aree interagiscono per contribuire all’infortunio: il proprio comportamento, le attrezzature e l’ambiente. Queste aree sono illustrate nella ruota dei rischi sugli sci a lato.

Cosa potete fare?

  • Preparatevi fisicamente

La condizione fisica è fondamentale per lo sci e ci sono troppe persone che vanno a sciare anche se per il resto dell’anno non sono abbastanza attive. Forza degli arti inferiori, equilibrio e coordinazione, resistenza, controllo del corpo e rafforzamento degli addominali e dei dorsali sono tutti elementi da inserire in un programma di esercizio completo. Potete farlo a casa seguendo i consigli della SUVA, oppure partecipando a programmi di preparazione di gruppo come quelli organizzati da alcuni centri di preparazione fisica o di fisioterapia.

  • Attrezzatevi bene

L’equipaggiamento deve essere adatto al vostro livello di pratica attuale (non a quello di 10 anni fa) e al vostro peso. Ciò comprende la regolazione degli scarponi e degli attacchi, per la quale potete affidarvi ai negozi specializzati delle stazioni sciistiche.

  • Riscaldatevi prima della discesa

Tutti lo sanno ma nessuno lo fa. Il principio del riscaldamento è quello di aumentare la temperatura dei muscoli e risvegliare le connessioni neuromuscolari. Si contraggono meglio e reagiscono più velocemente, la consapevolezza della posizione è più accurata e si attiva la propriocezione. Se sciate con i figli, questi esercizi possono essere divertenti e rappresenteranno un buon esempio per il futuro.

  • Fate delle pause

Durante le prime due discese, le pause devono essere più ravvicinate e lunghe, lo stesso vale dopo la pausa pranzo o man mano che ci si avvicina alla fine della giornata. Non aspettate che vi brucino le gambe prima di fermarvi, perché a quel punto la vostra capacità di controllo sarà già compromessa dalla stanchezza muscolare.

  • Tenete conto delle condizioni meteorologiche e della neve

La mancanza di visibilità e il tipo di neve (dura e ghiacciata oppure umida e pesante) si combinano rendendo l’attività più difficile, e quindi più rischiosa. Adattate la velocità, le pause, la durata della giornata oppure cambiate programmi per quel giorno.

Siate onesti con voi stessi e con gli altri

Ognuno di noi ha una leggera tendenza a sopravvalutare le proprie capacità fisiche e tecniche sugli sci e a volte ci facciamo trascinare da persone più allenate di noi. Interrompere una giornata prima del previsto richiede un certo coraggio di fronte alla pressione del gruppo, al prezzo degli impianti di risalita o alla propria motivazione basata su esperienze positive del passato.

Preparatevi, riscaldatevi e a fine giornata, se siete in dubbio sul fare ancora una o due discese, fermatevi. Così forse vi risparmierete una telefonata al medico il lunedì mattina. Buona sciata!





keyboard_arrow_left Indietro