Paschimottanasana – posizione della pinza o di stiramento dell’ovest

spa RilassamentoAprile 2019

Tipo: Esercizio posturale (Asana)

Attrezzatura: tappetino da yoga

Benefici:
• Allunga tutti i muscoli della parte posteriore del corpo.
• Oltre ai muscoli, rinvigorisce i numerosi nervi presenti nella colonna vertebrale, agendo sul sistema neurovegetativo.
• Scioglie le contratture muscolari nella parte inferiore della schiena e allevia le tensioni a livello del bacino, tramite l’antiversione dello stesso.
• Migliora la flessibilità dell’anca e la mobilità delle articolazioni del bacino.
• Apporta benefici alla digestione grazie alla flessione in avanti e alla contrazione dell’addome e massaggia gli organi interni grazie al ritmo del ciclo respiratorio. Tonifica gli organi dell’area addominale.
• La respirazione addominale, con il suo ritmo regolare, stimola il funzionamento dei reni e il sistema immunitario grazie all’effetto sulle ghiandole surrenali.
• Migliora la circolazione sanguigna a livello della colonna vertebrale.
• Permette un allineamento migliore della colonna vertebrale.
• Se mantenuta per un periodo di tempo lungo e accompagnata da una respirazione lenta, profonda e senza alcuno sforzo, questa posizione è in grado di calmare lo spirito e offrire una sensazione di pace interiore, e aiuta inoltre a ritrovare la concentrazione e raggiungere uno stato di rilassamento profondo.

Controindicazioni:
Infiammazione acuta del nervo sciatico, artrite cronica, asma, compressione di dischi invertebrali. In caso di ernia del disco, assicuratevi di piegare le ginocchia. Infiammazioni o lesioni della parte posteriore della gamba, in particolare a livello delle ossa ischiatiche. In caso di glaucoma, è opportuno non abbassare la testa.

Istruzioni:
• Sedetevi con le gambe unite allungate in avanti e le ginocchia piegate quanto basta per poter stare seduti sulla parte anteriore delle ossa ischiatiche. La colonna vertebrale va mantenuta quanto più dritta possibile. Le mani lungo le anche.
• Flettete i piedi.
• Inspirate sollevando le braccia verso l’alto ed espirate piegandovi in avanti, mantenendo l’apertura nell’area delle clavicole e il collo allungato seguendo la direzione della colonna vertebrale.
• Appoggiate la parte bassa dell’addome sulla parte superiore delle cosce, afferrate la parte esterna dei piedi, delle caviglie o dei polpacci e rilassate la testa del tutto, in avanti.
• In questa posizione, mantenete una respirazione rilassata rivolgendo l’attenzione alla schiena. Rilassate la zona dell’inguine contraendo energicamente il pavimento pelvico.
• Mantenete saldamente le ossa ischiatiche all’indietro e la cavità poplitea sul pavimento.
• Per uscire dalla posizione, rilasciate e piegate le ginocchia, allungate le braccia e la schiena in diagonale verso il soffitto e alla successiva inspirazione ritornate in posizione dritta.
• Espirate e abbassate le braccia rilassando tutto il corpo.